Caro 2019,

quest’anno mi piacerebbe iniziare con un augurio speciale, ed ecco perché scrivo a voi, appassionati lettori.

Vi auguro di vivere un anno intenso, pieno di giornate colorate e di attimi indimenticabili.

Vi auguro di seguire il vostro cuore, di combattere per ogni vostra singola idea o convinzione.

Vi auguro di prendere molte decisioni giuste e tante altre sbagliate, che portano sempre a cose impreviste, nuove, che a volte sanno essere sorprendenti.

Vorrei fare un brindisi, a tutte le nuove persone che ci hanno accompagnato durante questo viaggio e a tutte quelle che invece, ci siamo lasciati alle spalle, andando sempre avanti, convinti che chi è rimasto indietro, ci sia rimasto perché non è riuscito a stare al nostro passo.

Un grazie speciale a tutte quelle persone che invece ci sono sempre state vicine, seppur con mille difficoltà, seppur lontane, sono state sempre ad un millimetro dal nostro cuore.

Mi piacerebbe brindare alle cose semplici che hanno caratterizzato quest’anno, così piccole ma così indimenticabili, indelebili, come i tatuaggi che anche quest’anno qualcuno di noi ha inciso sulla propria pelle, perché certe emozioni non te le porti solo dentro.

Ai sorrisi, alle lacrime, alle risate infinite e rumorose, alle canzoni urlate a squarciagola in strada alle due di notte in compagnia dei nostri amici, magari con una birra gelata tra le mani e la completa spensieratezza nel cuore.

Ai concerti, al mare, alla montagna, agli addii e agli arrivederci.

Alla musica, ai Queen, a Salmo, a Sfera, a Fonsi, a Demi Lovato e chi più ne ha più ne metta! 

Ai testi delle canzoni che abbiamo ascoltato, urlato, stonato e che hanno fatto da sottofondo a questo 2018 e a quelle che invece dobbiamo ancora conoscere ed apprezzare.

Brindiamo a tutte le volte che ci siamo sottovalutati, alle volte in cui ci siamo dimenticati di quanto, anche se soli, possiamo essere grandiosi.

A tutte quelle persone che hanno provato a buttarci giù e a tutte le volte che abbiamo trovato la forza in noi stessi, che siamo stati punti di riferimento e ancore di salvezza.

Vi auguro di rimanere esattamente così come siete, di non cambiare per nessuno se non per migliorarvi a beneficio di chi fa di voi il centro del proprio mondo.

Vi auguro di sentirvi speciali sempre, anche se non avete una persona affianco che sta lì a ripeterlo. Lo siete.

Vi auguro di trovare delle mani da stringere, delle labbra da baciare fino a farvi mancare l’aria, degli occhi buoni e puri in cui rifugiarvi e che sappiano guardarvi e capirvi.

Malgrado non sia sempre stato facile, brindiamo alle nostre cadute e alle nostre conquiste. Agli ostacoli che tanto ci hanno fatto paura ma che poi siamo riusciti a superare, seppur con tanta fatica e con tanta dedizione: ce l’abbiamo fatta!

In alto i calici a tutte le volte che anche quest’anno perderemo la pazienza, a tutte le altre in cui ci sentiremo invincibili.

Alle nuove esperienze, ai nuovi percorsi, all’inaspettato che, come diceva qualcuno, è sempre meglio del previsto.

E se è vero che da ogni fine nasce sempre un nuovo inizio, vi auguro un inizio spettacolare, per ogni singolo giorno di questo anno.