Sono all’ordine del giorno notizie che riportano atti di violenza contro gli immigrati. L’ultima ci conduce a Foggia.

 

Il 23 luglio tre ragazzi sono stati aggrediti mentre percorrevano in bici la Statale 89 per recarsi a lavoro. Gli aggressori erano a bordo di una macchina e hanno lanciato varie pietre contro tali ragazzi tra i 20 e i 30 anni. Uno di loro, ricoverato all’Ospedale Casa Sollievo della Sofferenza, ha riportato danni importanti allo zigomo e la probabile perdita parziale di un occhio. Non è un epispdio isolato dato che alcuni giorni prima era avvenuto un altro atto simile nella stessa zona.

Tutto questo ci conferma che siamo un Paese in cui l’odio sta prendendo sempre più il sopravvento.

Si vive costantemente con la crescita di idee razziste nei confronti del diverso. È giusto, arrivati a questo punto, lottare affinchè si ritrovi l’Umanità che deve appartenere di natura ad ognuno di noi per non rivivere momenti della storia che hanno già segnato duramente il genere umano.