Un nuovo caso nel mondo della recitazione ha riportato in primo piano una questione preoccupante: quella delle molestie e delle violenze sessuali sul set.

Nella collettività Actrices Argentinas una sconcertante dichiarazione ha scosso l’opinione pubblica.

Circondata dall’appoggio di altre numerose attrici, l’ex partecipante della famosa serie tv argentina Patito Feo (in Italia Il Mondo di Patty) Thelma Fardin (che interpretava Giusy, la migliore amica della protagonista), ha raccontato le molestie e le violenze ricevute dal collega Juan Darthés (che ricopriva il ruolo di Leandro Dìaz Livarola, ovvero il padre di Patty).

All’epoca dei fatti l’attrice, oggi ventiseienne, aveva solo 16 anni, mentre Darthés 45.

Con la voce rotta dal pianto, Thelma rivive quei momenti:

“Una notte iniziò a baciarmi sul collo, gli dissi di no, ma afferrò la mia mano e disse ‘guarda cosa mi fai’ facendomi poi sentire la sua erezione” e poi “Continuavo a dirgli di no, io non volevo, ma lui insisteva… Mi buttò sul letto e mi costrinse ad avere un rapporto orale. Cercai di allontanarlo ricordandogli che i suoi figli avevano la mia stessa età, ma non mi ascoltò. Salì su di me e mi penetrò”.

Durante la denuncia è stato presentato anche un video in cui la giovane racconta la sua dolorosa testimonianza, secondo un sondaggio di SAGAI (Società Argentina per la Gestione Attori ed Interpreti) il 66 per cento di lavoratori ha confessato di aver ricevuto una molestia o abuso durante l’esercizio della professione, numeri elevatissimi hanno spinto un’intera categoria ad unirsi nel 2017 con lo slogan #NoesNo per combattere i soprusi e le violenze di genere.

Oggi è Mira Como Nos Ponemos a rappresentare questa lotta.

Guarda come mi pongo” è un invito a superare con forza e determinazione ogni ingiustizia.

Questa ondata rivoluzionaria, parallela al movimento Me Too, è composta da un’alleanza di donne e dissidenti con l’obiettivo di eliminare l’impunità e porre più tutele nell’ambito lavorativo.

È stato proprio questo sostegno che ha spinto Thelma a trovare il coraggio di denunciare:

“Ho ricevuto il supporto di tante persone e questo mi ha dato la forza di raccontare tutto” ha poi aggiunto “Quello che mi è successo potrebbe essere utile a molte persone per osare a parlare.”

Accanto alla Fardin, un’altra protagonista della serie tv, Griselda Siciliani (col ruolo di Carmen Santini, mamma di Patty) ha affermato di non avere un bel ricordo lavorativo di Darthés.

L’attore aveva già precedentemente ricevuto un’altra denuncia per molestie da parte di Calu Riviero, un’altra attrice compresa nel cast, in questo caso rispose con una denuncia per calunnia.

Sulla seconda denuncia non si è ancora espresso, il suo profilo Instagram è stato cancellato ed è tuttora ricoverato d’urgenza per un malore avuto a seguito delle dichiarazioni.