Oggi, 21 marzo 2019, ricorre la ventiquattresima “Giornata della Memoria e dell’Impegno per le vittime innocenti di mafia”, con manifestazioni in molte città italiane, europee e anche in alcune città dell’America Latina.

Durante le varie manifestazioni, organizzate dall’associazione Libera presieduta da don Luigi Ciotti, verranno letti i nomi di circa mille persone uccise dalla mafia. Don Luigi Ciotti ci ricorda che si deve parlare di persone e non solo di percentuali perché il primo diritto di ogni persona è quello di essere chiamato per nome per conservare la propria dignità.

Le vittime di mafia censite nel 2018 da Libera hanno tutte nome straniero. Sono coloro che hanno perso la vita a causa del caporalato, dipendente dalle mafie, che rende questi cittadini degli schiavi, sfruttandoli e trasformandoli solo in delle “bestie da lavoro”. I caporali, in accordo con le associazioni mafiose da cui hanno un ricompenso, selezionano le persone da portare sul luogo di lavoro. Le condizioni umane sono disastrose; lavorano anche per poco più di un euro l’ora e la giornata lavorativa può durare anche 12-13 ore.

Don Luigi Ciotti ci pone davanti ad una questione dura e difficile. Afferma che in Italia c’è molta ignoranza, che gli italiani hanno “paura” di conoscere l’altro a causa di pregiudizi e luoghi comuni, ma solo se si conosce l’altro si può scoprire che non è diverso da noi. Lo Stato deve frenare queste situazioni perché le leggi devono tutelare i diritti di ogni essere umano. <<I veri nemici – dichiara Ciotti – sono le mafie, la povertà e la disoccupazione, non i migranti che scappano dal loro paese per cercare una vita migliore, per fuggire via dalle guerre, dalla fame e dalla miseria.

Nel nostro piccolo, oggi, vogliamo ricordare i quindici ragazzi, vittime innocenti di mafia del 2018, sperando un giorno che con la comprensione e l’aiuto di molti cittadini tutto questo possa finire. Perché la mafia fa schifo!

L’articolo, come del resto la giornata, sono dedicati a:

  • JOSEPH AWUKU, 22 ANNI
  • BAFOUNDI CAMARRA, 24 ANNI
  • ALAGIE CEESAY, 22 ANNI
  • GOULTAINE LHASSAN, 39 ANNI
  • TOURE MOUSSE, 21 ANNI
  • MBEKE ROMANUS, 28 ANNI
  • ALI DEMBELE, 30 ANNI
  • DJIRE DJOUMANA, 36 ANNI
  • KWARTENG ERIC, 32 ANNI
  • HADDOUCH LAHCEN, 41 ANNI
  • EBERE UJUNWA, 21 ANNI
  • AMADOU BALDE, 20 ANNI
  • ALADJIE CEESAY, 23 ANNI
  • MOUSSA KANDE, 27 ANNI
  • ALASANNA DARBOE, 28 ANNI